Il nostro Statuto

Nello Statuto della nostra Cooperativa Sociale vengono focalizzati gli scopi umanitari e sociali:

Art. 3 (Statuto):

“La Cooperativa non ha scopo di lucro; suo fine è il perseguimento dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini.”

“Affinché l’inserimento lavorativo possa realizzarsi con maggiore efficacia, la cooperativa attua percorsi educativi e di assistenza ed accompagnamento alle persone svantaggiate con l’obiettivo di conseguire contestualmente una progressiva integrazione sociale. A tal fine la cooperativa garantisce che lo svolgimento delle attività destinate all’inserimento lavorativo sia funzionalmente collegato alla gestione dei servizi educativi.”

“La Cooperativa si ispira ai principi che sono alla base del movimento cooperativo mondiale ed in rapporto ad esso agisce. Questi principi sono: la mutualità, la solidarietà, la democraticità, l’impegno, l’equilibrio delle responsabilità rispetto ai ruoli, lo spirito comunitario, il legame con il territorio, un equilibrato rapporto con lo Stato e le istituzioni pubbliche …”

“La Cooperativa, al fine di garantire il corretto perseguimento dell’oggetto sociale, recepisce il codice della Qualità Cooperativa, dei Comportamenti Imprenditoriali e della Vita Associativa di Federsolidarietà Confcooperative”.

Tutto ciò rende concreto quanto sancito nei Principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana, in particolare nei suoi primi quattro articoli qui sotto riportati.

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA – PRINCIPI FONDAMENTALI

Art. 1

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità  appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità , e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà  politica, economica e sociale.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità  sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà  e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità  e la propria scelta, un’attività  o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società .

Nell’assemblea dei soci del 16/07/2014 è stato ampliato l’oggetto sociale ed è stato adottato un nuovo Statuto.